Persa tra cultura e architettura

Oggi vado alla scoperta di Valletta, non è la prima volta che ci vado, ma desidero conoscerla meglio e raccontartela!

27/11/2019

Valletta è abbastanza vicina rispetto al residence InMalta dove alloggio, più o meno 30 minuti di bus, in base al traffico. Gli autobus 16 e 233 mi portano direttamente al Valletta Terminal Bus.

Scendo e mi avvio verso la città. Qui la chiamano "Il Belt" che in maltese vuol dire "la città" (per eccellenza)! L'ingresso di Valletta, il Valletta City Gate, è stato recentemente ristrutturato da Renzo Piano, ed inaugurato nel 2018. Alla mia destra in nuovissimo parlamento e poco più avanti il teatro dell'opera!

C'è tanta gente, molti saranno turisti, li riconosco da come vestono!! Altri saranno lavoratori, altri politici o professionisti. Valletta è infatti il cuore politico ed amministrativo. In questi giorni ci sono un po' di proteste popolari qui a Malta, la situazione politica è instabile con le dimissioni di un paio di ministri... vado avanti.

Sulla destra, proprio dopo il teatro dell'opera si va verso Barraka Gardens, ma decido di andare avanti. Arrivo alla Cattedrale di San Giovanni, desidero entrare. Mi informo, il biglietto costa 10 euro! Ho visto l'interno della cattedrale, spettacolare, ho visto anche l'unico dipinto autografo del Caravaggio, qui custodito!

Vado oltre, prendo un gelato, anche se non fa molto caldo, al Caffè Cordina, uno dei più antichi di Malta e mi dirigo al cambio della guardia, al Palazzo di Stato.

Ci sarebbero veramente tante cose da fare qui, vorrei vedere Casa Rocca Piccola, vorrei andare al museo archeologico ma il tempo manca!

E visto che ho un po' di fame, oggi decido di andare a Is Suq Tal Belt, l'antico mercato, completamente ristrutturato, dove sono presenti tantissimi ristoranti all'interno dello stesso edificio!

Tornerò di sicuro :) presto!




Contattaci ora! Possiamo fare per te molto più di quello che puoi leggere!